Alleanza Cooperative Italiane
 

le NOTIZIE

La Rubrica: Coop in work. Sviluppo sostenibile. Emendamento Federconsorzi

Confcooperative con Asvis per Agenda 2030. Federconsorzi, evitare distorsione mercato. Node e sviluppo tecnologico

Categorie: confcooperative

La Rubrica: Coop in work. Sviluppo sostenibile. Emendamento Federconsorzi

Coop in work“La promozione cooperativa, per lo sviluppo e l’occupazione – sottolinea il presidente Gardini – è una delle priorità della Confederazione e si realizza anche portando l’esperienza cooperativa nelle scuole”.  Il progetto sarà presentato martedì 6 giugno a Roma al Palazzo della Cooperazione a partire dalle 10:30. All’iniziativa interverrà il sottosegretario all’Istruzione, Gabriele Toccafondi, Leggi qui l'articolo: http://www.italiacooperativa.it/CONFEDERAZIONE/coop-work-in-class-ecco-il-modello-cooperativo-per-lalternanza-scuola-lavoro

Innovazione tecnologica per lo sviluppo delle cooperative «Occorre guidare i processi di innovazione per valorizzare le opportunità di sviluppo che possano includere senza lasciare indietro nessuno», il presidente Gardini lo ha detto intervento ai lavori "Innovazioni tecnologiche per lo sviluppo delle cooperative" organizzati da Node. Gaetano Mancini, presidente di Node, ha evidenziato come sia «fondamentale la capacità di adattarsi a nuovi scenari e a mercati sempre più specialistici». Il segretario generale Marco Venturelli ha detto «Si a innovazione, ma senza perdita di occupazione, perchè le cooperative pensano a creare lavoro prima che a remunerare il capitale». Per l'onorevole Lorenzo Basso «Innovazione e competitività strutturale di un paese vanno di pari passo». Così come Stefano Firpo del Mise ha evidenziato come «la competitività digitale è fondamentali per sostenere lo sviluppo. Nel nostro Paese c'è da fare molto e bene». Per Danilo D'Elia, amministratore delegato di Node, "il compito di Node è costruire relazioni di valore e di utilità in ambito tecnologico per valorizzare il rapporto associativo». Hanno portato la loro testimonianza di innovazione tecnologica applicata alla cooperazione Anna Voltolini del Gruppo Cooperativo Cgm, Cristina Bazzini presidente di Gruppo Cooperativo Colser, Giuffrida direttore di Osa e Giovanni Teneggi direttore di Confcooperative Reggio Emilia.

Sostenibilità, Confcooperative partner dell'Asvis: Disegniamo il futuro. Cambiamo il presente. E’ con questi obiettivi che ha preso il via a Napoli il primo Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile. Promosso dall’ASviS, sostenuta da Confcooperative, il Festival intende mobilitare l’Italia al fine di centrare, entro il 2030, i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu. Il 1 giugno, il presidente di Confcooperative e dell’Alleanza della Cooperative Italiane, Maurizio Gardini sarà tra i relatori a Milano dell’incontro “Aziende e finanza 203: il motore dello sviluppo sostenibile”, secondo dei tre appuntamenti nazionali promossi da ASviS (il terzo sarà a Roma il 7 giugno). Leggi qui l'articolo: http://www.italiacooperativa.it/CONFEDERAZIONE/sostenibilit224-gardini-ne-parla-con-i-ministri-calenda-e-galletti

Federconsorzi, Alleanza Cooperative "Evitare distorsione di concorrenza": “In merito alla futura destinazione delle risorse del Fondo che si intende istituire presso Ismea con una dotazione iniziale di 40 milioni di euro, chiediamo al governo di rivolgere la massima attenzione al mondo aggregato nella sua interezza, che comprende le cooperative e i consorzi agrari. Bisogna assolutamente evitare che si venga a creare una distorsione di concorrenza tra imprese che stanno sul mercato operando nello stesso settore”. Leggi l'articolo http://www.italiacooperativa.it/FEDERAZIONI/federconsorzi-alleanza-cooperative-le-risorse-pubbliche-siano-destinate-a-tutto-il-mondo-aggregato

Va a Maurizio Gardini il premio de l'Aratro d'Oro«Sono molto onorato e commosso per questo premio che considero vada alla storia della cooperativa in cui sono vissuto ed anche alla mia attività di imprenditore agricolo. E’ un riconoscimento alla cooperazione, che ha cambiato il corso della mia vita – ha detto Maurizio Gardini -. A quelle donne e quegli uomini della cooperazione che ogni giorno danno concretezza a parole quali sostenibilità ambientale, qualità sempre più alta, tracciabilità, italianità, ricerca che per noi sono valori imprescindibili al centro del nostro fare impresa, anche se lo facciamo troppo in silenzio». 

Leggi qui l'articolo http://www.italiacooperativa.it/CONFEDERAZIONE/a-maurizio-gardini-laratro-doro-2017